Comunicato stampa 5 giugno 2015

 

ELEZIONI CONSIGLIO SUPERIORE DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE

PRIMA PROIEZIONE DELL’A.N.A.AM. SCUOLA

NELLA COMPONENTE ATA AD AGRIGENTO TRIONFA GIUSEPPE MANCUSO

 

Alle elezioni per il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, tenutesi lo scorso 28 aprile, i sindacati rappresentativi perdono consensi. In discussione le regole per la rappresentanza. Giuseppe Mancuso, Presidente Nazionale A.N.A.AM. Scuola e Segretario Nazionale FLP Scuola, ringrazia gli elettori, in attesa dei dati definitivi.

Mancuso è risultato ad Agrigento primo con 164 voti di preferenza raggiungendo il 22% e 227 voti di lista raggiungendo il 25%.

Scomparsi i sindacati rappresentativi: il candidato della Uil si è fermato 60 voti, della Flc Cgil a 54, il candidato della Cisl a 20 voti e Snals a 48.

“Siamo molto contenti del risultato, commenta il Presidente Nazionale Mancuso, ma già da domani torneremo ad impegnarci quotidianamente per sostenere il settore, mettendoci a disposizione del personale ATA”.

Su 20 province esaminate dall’ANAAM SCUOLA, la lista "CI SIAMO ANCHE NOI", presentata da Mancuso, ha ottenuto la media del 14% di voti di preferenza. Per questo, Mancuso chiede il cambio delle regole sulla rappresentanza sindacale.  

Le province e le regioni attenzionate dall’A.N.A.AM. Scuola riguardano Agrigento, Ascoli, Milano, Livorno, Venezia, Pisa, La Spezia, Imperia, Oristano, Cesena, Firenze, Bologna, Rovigo, Pescara, Sardegna, Umbria, Perugia, L’Aquila, Rimini, Palermo e Genova.

Alla luce di questo risultato sembrerebbe opportuno mettere in discussione le regole che stabiliscono l'attuale rappresentatività sindacale. Il Ministero della Funzione Pubblica ha il dovere di rivedere le regole e garantire il diritto di assemblea a chi gode realmente del consenso dei lavoratori.

E' impensabile escludere dagli incontri ministeriali o dalle assemblee sindacali chi riceve così tanti consensi e risultando il più votato in alcune province ( Agrigento con il 21%, Ascoli con il 27% e Rovigo con il 18%) o il secondo nelle province di ( Genova con 109 voti raggiungendo il 22%, Imperia con il 21%, Pescara con il 18%, L’Aquila con il 14%, Rimini con il 12%, Caltanissetta e Chieti con il 17% Bologna e Oristano con il 10% o il terzo nelle province di ( Milano 330 voti con il 14%, Palermo 210 con il 12% e Livorno con il 10%).

“se si fosse votato, continua Mancuso, alle elezioni RSU con liste nazionali come vent’anni fa senza essere obbligati a trovare i candidati scuola per scuola, l’ A.N.A.AM. scuola sarebbe un sindacato rappresentativo”.

Ed infine “Purtroppo, ai voti non corrispondono le deleghe ed è per questo che dico a tutto il personale ATA e soprattutto agli assistenti amministrativi .....

AIUTIAMOCI E CREDIAMOCI: SE NON SAREMO UNITI SCOMPARIREMO.

 

UFFICIO STAMPA






Galleria fotografica

  


Documentazioni
  Normativa Scolastica
  Leggi - Decreti - Testi
  Modulistica
  Pubblica Amm.
  Sicurezza sul Lavoro
  Mobbing
 
Notizie da...
 
Spazio Pubblicità
 



 
     
Contatti Servizi Link
  Sede di Roma    Servizi Legali    Notizie dalla Confederazione 
  Sede di Agrigento    CAF    Istruzione 
  Sede di Milano    Forum    Camera Deputati